Dodicesima giornata di campionato per l’Aquila che affronterà, Domenica alle 14:30, il Calcio Flaminia di Civita Castallena.

Entrambe le formazioni vengono da un pareggio per 2 a 2 ottenuto nell’ultimo turno del girone E di Serie D.

Sia il Montevarchi che il Flaminia poi si trovano entrambe a 14 punti in classifica e quello di Domenica è quindi da considerarsi come un vero e proprio scontro diretto in classifica fra due squadre che ad inizio stagione si proponevano obbiettivi differenti rispetto alla posizione attuale in classifica.

L’Aquila si presenta all’appuntamento con Bruschi e Mosti infortunati e Biagi squalificato. Rientrato definitivamente in gruppo Mannella mentre resta Essoussi e Moracci, reduci da piccoli acciacchi, sono recuperati.

I rossoblu, guidati da Mister Malotti, questa settimana si sono allenati nei campi delle provincia di Arezzo e Firenze per evitare di andare a danneggiare il comunale di Via Gramsci che, a causa delle forti piogge di questi giorni risulta molto appesantito ma, grazie agli accorgimenti messi in atto, risulta praticabile per il match.

L’avversario di turno, come detto, sarà il Flaminia di Civita Castellana che ha con il Montevarchi e Montevarchi molti altri punti in comune oltre i punti in classifica e i colori sociali. Il vescovo della Diocesi della cittadina laziale è infatti Monsignor Rossi, Montevarchino Doc.

La squadra ospite, che dalla stagione 2008-2009 milita ininterrottamente in serie D, è allenata da Francesco Punzi esperto della categoria e vede in Daniele Nohman,ex Monterosi, l’uomo più pericolo della squadra ospite (133 presenze e 58 gol in categoria) mentre a centrocampo il metronomo Barone è sicuramente l’elemento di spicco che muove le fila del gioco del Flaminia.